Ziu Santoru: una delle calette più suggestive del Golfo di Orosei

Il Golfo di Orosei, nella costa centro-orientale sarda, è davvero in grado di regalare meraviglie senza pari. Falesie a picco sul mare, impreziosite da fitta macchia mediterranea. Calette da sogno, contraddistinte da specchi d’acqua limpidi e cristallini, sabbia e cottoli candidi e fondali suggestivi.  Ma in questo splendido calderone di bellezze della natura, non potevamo non citare la spiaggia di Ziu Santoru, considerata tra le migliori di queste zone. 

A sud di Cala Gonone, dalla quale dista solo pochi minuti di navigazione, a due chilometri più a nord della celebre Cala Luna, andiamo alla scoperta di questo luogo incantato. Sarà un viaggio affascinante, pronto a descrivere le caratteristiche e le peculiarità di questo piccolo angolo di paradiso. 

Cosa rende unica la spiaggia di Ziu Santoru? Come la si può raggiungere?

Scopriamolo subito insieme. 

Descrizione

Spiaggia di Ziu Santoru, nel Golfo di Orosei

Partiamo subito da una particolarità. La spiaggia di Ziu Santoru, così come altre calette della costa, subisce il ribelle comportamento delle mareggiate, rinnovando ciclicamente il suo arenile. Questo significa che, a seconda delle annate, la spiaggia può sparire parzialmente o interamente e, allo stesso modo, non sempre il suo fondale può risultare sabbioso.

Ciò che non cambia, invece, è la spettacolare atmosfera circostante che, da nord a sud, è costituita da falesie calcaree e grotte suggestive. In particolare, i faraglioni di questo tratto risultano poco più bassi di quelli che rendono uniche le altre cale della costa, non superando un’altezza di 40 metri.

La spiaggia, poi, che deve il suo nome al pastore che possedeva un modesto ovile nei paraggi, non risulta mai troppo affollata. Anzi. Potrete godere in piena serenità delle sue meravigliose acque trasparenti e cristalline, così come della sua sabbia finissima e particolarmente bianca. Inoltre, grazie alle numerose secche, Ziu Santoru permette anche ai nuotatori meno esperti di allontanarsi dalla riva in tutta sicurezza, anche sino ai 100 metri. 

Curiosità sulla caletta

Tra le vicine e suggestive grotte marine, una attira l’attenzione di tutti i visitatori. Ad essa si può accede direttamente dalla riva e risulta essere profonda diverse centinaia di metri. Secondo le testimonianze e i reperti ritrovati, oggi custoditi nel museo archeologico di Dorgali, la grotta ha rappresentato un valido rifugio fin dall’età nuragica, ospitando i componenti dell’insediamento stabilitosi nell’entroterra adiacente. 

In più, così come abbiamo visto parlando delle Grotte del Bue Marino, pare che anch’essa abbia offerto riparo alla foca monaca, la quale amava prendere il sole proprio in questa spiaggia. Uno splendido esemplare di mammifero, poi sparito a causa dell’intensificarsi del turismo locale, divenuto troppo invadente.

In ogni caso, è importante sottolineare quanto sia sconsigliato avventurarsi nelle zone non illuminate di questa cavità marine, se non accompagnati da guide esperte e con un’attrezzatura adeguata. Non consigliamo peraltro di avventurarvi nelle zone non illuminate all’interno senza una guida o l’adeguata attrezzatura ed esperienza in quanto è molto pericoloso.

Infine, un’ultima curiosità. Dal 2016, per motivi di sicurezza, è stato collocato un cordone ben visibile, per separare la zona dei bagnanti da quella riservata alle imbarcazioni. Le stesse che, per regolamento, hanno l’obbligo di stare a debita distanza dalla costa, data la mancanza di una corsia di lancio a loro dedicata. 

Ziu Santoru: come arrivarci

Acque Ziu Santoru

Così come tante altre meraviglie di questa costa affascinante, dalla celebre Cala Goloritzè alla meno conosciuta Cala Cartoe, anche Ziu Santoru è raggiungibile sia via mare che via terra.

Per quanto riguarda la seconda opzione, essa si può raggiungere a piedi, attraverso il percorso da trekking ben segnalato. La partenza è da Cala Fuili, per poi procedere in direzione Cala Luna. Una bella camminata di circa un’oretta e mezza, neanche troppo impegnativa, più o meno a metà strada tra le due spiagge appena citate.

L’alternativa, invece, è affidarsi ai numerosi servizi di navetta e gommoni a noleggio in partenza dai porti più vicini. 

In questo senso, da Arbatax a Cala Gonone, passando per molte altre spiagge dell’Ogliastra, scegli Flamar Vacanze e regalati un’estate tra le più belle meraviglie del Mediterraneo. Scopri i nostri servizi, dalle escursioni al noleggio gommoni, e assicurati la soluzione che più fa al caso tuo. Sarà una vacanza da sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.