Piscine di Venere: meraviglia naturale del Golfo di Orosei

Lungo le meravigliose cale del Golfo di Orosei, c’è un vero e proprio gioiello capace di rendere indimenticabile la tua minicrociera. Un angolo di paradiso, dai colori turchese e smeraldo. A cosa ci riferiamo? Alle splendide Piscine di Venere, prezioso capolavoro sulla costa d’Ogliastra, nella Sardegna centro-orientale

Qual è il segreto che rende unica questa meraviglia naturale? In che modo possiamo raggiungerla?

Non perdiamo altro tempo e partiamo subito alla scoperta di questo luogo incantato.

Piscine di Venere: descrizione 

Piscine di Venere descrizione
Fonte: sardegnaturismo.it

Come un miraggio surreale, come un desiderio mai espresso. Subito dopo l’entrata della Grotta del Fico e nelle vicinanze dell’incontaminata Cala Biriola, ecco che appaiono le Piscine di Venere, tra le mete più suggestive della costa di Baunei

La spiaggia si presenta come una piccolissima lingua di sabbia e sassolini che, in base alle varie maree, può addirittura scomparire, inghiottita dal mare azzurro-smeraldo. Un piccolo tratto di circa 50 metri, delimitato da scogli candidi e straordinarie falesie alte 200 metri, caratterizzate da una fitta e profumata macchia mediterranea, impreziosita da lecci secolari e ginepri rigogliosi.

L’acqua cristallina, lucente e incredibilmente limpida, fa sembrare tutte le imbarcazioni più leggere, fluttuanti, quasi sospese nell’aria. Una trasparenza dovuta soprattutto alle tante risorgive d’acqua dolce che sgorgano dalle scogliere confinanti e dalla chiara roccia calcarea che caratterizza il suo meraviglioso fondale sabbioso

Ma c’è una cosa che molti non sanno. Il nome originario di questa splendida località, e in particolare delle sue adiacenti falesie, è Su Piggiu ‘e Laori. Al contrario, invece, Piscine di Venere è un appellativo relativamente recente, ispirato alla bellezza del piccolo angolo paradisiaco. 

Come già anticipato, questa perla del Mediterraneo sarà uno dei tratti più incantevoli della tua rilassante minicrociera. Ma non sarà di certo l’unica. Verso sud, infatti, potrai goderti la rinomata Cala Mariolu e il suo eccezionale proseguimento naturale Cala dei Gabbiani. A sud, invece, potrai visitare l’insuperabile Cala Goloritzè

Piscine di Venere: come arrivarci

Fonte: turismobaunei.eu

Che le Piscine di Venere siano uno spettacolo è cosa certa. Ma come arrivare in questo magico posto? Così come la maggior parte delle calette della costa ogliastrina, anch’esse possono essere raggiunte in due modi.

Via terra

Seguendo un lungo percorso di trekking, attraverso il Supramonte. Un sentiero che, passando tra le falesie e la meravigliosa vegetazione tipica della costa centro-orientale sarda, è in grado di regalare viste mozzafiato.

Il tragitto è caratterizzato da diversi tratti di arrampicata. Per questo, è fondamentale essere accompagnati da guide esperte, rigorosamente muniti di attrezzature adatte. Inoltre, il Selvaggio Blu, nome esatto della tappa, presenta diverse tracce lasciate qua e là dai pastori e dai carbonai che, nel tempo, hanno esplorato questo itinerario: passerelle rudimentali, piccole scalette o guide di ferro, realizzate per favorire il passaggio di animali e uomini. 

Via mare

Le Piscine sono raggiungibili anche via mare, in circa trenta minuti, grazie ai vari servizi navetta e minicrociere che partono dai porti limitrofi.

Da Arbatrax a Cala Gonone, passando per molte altre spiagge dell’Ogliastra, scegli Flamar Vacanze e regalati un’estate tra le più belle meraviglie del Mediterraneo. Scopri i nostri servizi, dalle Mini Crociere al noleggio gommoni, e assicurati la soluzione che più fa al caso tuo. Sarà una vacanza da sogno!

Lascia un commento