Cala dei Gabbiani: un paradiso tutto da scoprire

Forse non è tra le spiagge più note della costa, ma è comunque straordinariamente incantevole.  Non comparirà tra i vari cataloghi delle agenzie di viaggio, eppure stiamo parlando di una delle cale più belle e indimenticabili di tutta la Sardegna: Cala dei Gabbiani

Un luogo perfetto per trascorrere una giornata all’insegna del sole, del mare, ma soprattutto del relax. Grazie alla sua meravigliosa acque cristalline, impreziosita dalle tipiche sfumature verde-blu, i caratteristici sassolini bianchi e la sua unica tranquillità, Cala dei Gabbiani è una spiaggia che ha davvero poco da invidiare alle altre del Golfo. 

Ma cosa rende inconfondibile questa perla della costa d’Ogliasta? Come la si può raggiungere? 

Scopriamolo subito insieme.

Descrizione

Cala dei Gabbiani
Fonte: sardegnaturismo.it

Cala dei Gabbiani, incastonata nella splendida montagna a picco sul mare, è una cala lunga circa 250 metri e larga, in alcuni punti, più di dieci. Una meraviglia mediterranea caratterizzata da un’acqua estremamente cristallina che, toccando diverse tonalità di azzurro e di verde smeraldo, dona irripetibili riflessi e giochi di luci durante tutta la giornata, specialmente al tramonto. Allo stesso tempo, il suo fondale, lungo la costa, si presenta particolarmente affascinante, perfetto per immersioni degne di nota.

Il celebre sperone di Punta Is Puligi separa questa incantevole cala dalla più rinomata spiaggia di Cala Mariolu, della quale però, come già anticipato, non ha nulla da invidiare. Alle sue spalle, invece, si stagliano importanti pareti rocciose, alte quasi 500 metri, interrotte solamente dalla profumata e rigogliosa vegetazione. 

Fino a pochi decenni fa, il tratto di costa in questione era conosciuto attraverso un unico nome: Is puligi de nie, ossia le pulci di neve, appellativo che richiama chiaramente i sassolini color crema che, simili a piccoli confetti, si mescolano alla sabbia rendendo inconfondibile questo luogo incantato. Non a caso, il nome attuale della cala risulta essere molto recente. Esso deriva dai numerosi gabbiani che, soprattutto all’imbrunire, amano trovarvi rifugio per poi liberare la spiaggia nelle prime luci dell’alba.

Nel 2017, la cala è stata scelta da Skyscanner come la seconda spiaggia più bella d’Italia. Il celebre portale online di vacanze, che ogni anno stila la sua personale classifica riguardante le calette più nascoste del territorio nazionale, ha deciso di premiare questa perla del Golfo di Orosei, giustificando la scelta con queste parole:

“Ancora poco conosciuta, oscurata dalla fama della vicina Cala Mariolu, presenta le stesse caratteristiche: acqua cristallina sfumata di verde e di blu, scogliera levigata dal tempo e un lido di sassolini bianchi” 

Cala dei Gabbiani: come arrivarci

Cala dei Gabbiani dal mare

Così come per Cala Goloritzè e molte altre meraviglie della costa ogliastrina, questo gioiello è raggiungibile in due modi: 

  • Via terra, attraverso un meraviglioso sentiero di trekking lungo circa 3-4 ore. Un percorso alla scoperta delle bellezze della macchia mediterranea che, a partire dall’altopiano del Golgo, ripercorre la foresta Ispuligidenie.
  • Oppure via mare, grazie ai servizi navetta offerti dalle diverse imbarcazioni private, in partenza dai porti turistici di Cala GononeArbatax e Santa Maria Navarrese.  

Cosa aspetti? Scegli Flamar Vacanze e regalati un’estate tra le più belle meraviglie del Mediterraneo. Scopri i nostri servizi, dalle Mini Crociere al noleggio gommoni, e assicurati la soluzione che più fa al caso tuo. Sarà una vacanza da sogno, immerso nelle bellezze della Sardegna!

Lascia un commento